Le conseguenze del Referendum

(Questo blog è solo lo specchio di http://heraclitus.ilcannocchiale.it. Se volete lasciare un commento o leggere i post più recenti cliccate qui e sarete reindirizzati al blog principale)

Prima domanda: vince il no perché gli Italiani hanno voluto bocciare una pessima riforma o perché l’Italia sta diventando del tutto impermeabile al cambiamento?

Seconda domanda: quale sarà il futuro della Lega? Le dichiarazioni pre-voto di Bossi sulle vie non democratiche da percorrere in caso di sconfitta e quelle di oggi di Speroni esprimono un senso preoccupazione e frustrazione. Questo voto rappresenta per la Lega il colossale fallimento di cinque anni di governo: la riforma che i leghisti avevano fortemente voluto oggi non esiste più e la possibilità di un’altra riforma che vada incontro alle richieste dalla Lega è pura utopia. Il popolo padano ne è consapevole e la leadership leghista non può non temere una emorragia di consensi. Resta da chiedersi quale sarà la strada che Bossi deciderà di percorrere. Al momento, tutte le ipotesi sono aperte: la rottura con gli alleati della CDL, il ritorno delle spinte secessioniste, l’acuirsi della violenza verbale. Staremo a vedere. Di certo c’è che una crisi gravissima, per la Lega, è appena iniziata.

8 risposte a Le conseguenze del Referendum

  1. polopolopollon scrive:

    Non saprei. Secondo me ci si aspettava eccome una stravittoria del NO. Basti pensare che anche la destra della Mussolini ha riempito Roma di manifesti contrari alla riforma costituzionale…
    Quello che succederà è tutto da vedere.
    Certo è che ci sarà da divertirsi…

  2. Beppone scrive:

    Ciao,
    grazie dei complimenti…😉
    mmhhh.. riflessioni interessanti..
    Io sul primo quesito sono estremamente incerto.. non credo che tutti abbiano percepito il succo della legge abrogata ieri.. propenderei per un’atavica impermeabilità.. purtroppo..
    Sul secondo quesito ti propongo una mia idea..
    ..valuta la possibilità di una proposta di Prodi per un federalismo light (che non guasterebbe del tutto) che accontenti la base verde/padana e che magari li porti dall’altra parte della barricata…
    Cosa ne pensi?
    Ciao; Beppe

  3. soviet scrive:

    SOS MANIFESTO

    Leggi il resto su soviet.ilcannocchiale.it

    e scusate per il simil-spam…

  4. emanuele scrive:

    Io credo che i più si siano epressi negativamente sulla proposta della CDL, non su una qualsiasi ipotetica riforma costituzionale, altrimenti ci sarebbe stata un’affluenza molto minore. Il 52% è tantissimo. Del resto, Prodi ha già chiesto a Chiti di verificare la possibilità di portare avanti un dialogo su una riforma condivisa, spero che seguano i fatti. Una cosa è certa, l’era delle modifiche costituzionali approvate a maggioranza semplice è finita, pare si voglia anche modificare l’art.138 per rendere tassativa l’approvazione dei 2/3. Il dialogo così diventerebbe l’unica soluzione praticabile, e forse sarebbe la volta buona. Certo non immediatamente, ma in futuro credo sia possibile.
    Le reazioni della Lega sono imprevedibili… anche le dichiarazioni di oggi sono impossibili da interpretare, dicono di essere “delusi ma non troppo” (?!) e parlano di Scozia, Galles e Catalogna (?!). Però penso che l’ipotesi di Beppone non sia del tutto inverosimile.

  5. sagami scrive:

    Bossi ha detto che se il no avesse vinto lui sarebbe andato in Svizzera, perchè li il federalismo esiste. Ora che vada in Svizzera o in un altro paese a sua scelta questo poco mi importa, ma giuro che dopo mesi di insulti e di propaganda feroce ed ottusa se per un pochino facesse, con tutto il suo enturage, un po’ di silenzio mica ne sarei dispiaciuta.

  6. sacherfire scrive:

    La bocciatura la vedo più una scelta consapevole che altro. Insomma, ogni tanto riusciamo a stupirci da soli🙂.
    La crisi della lega spero sarà profonda. La rivalsa c’è, non lo nego, in quanto scrivo; ma non mi scordo quanto hanno cavalcato su tutti i temi relativi alle diversità, e con quali toni lo hanno fatto.
    Il loro rapporto con l’ex presdelcons era simbiontico: loro i più fedeli sostenitori di berlusconi, a volte anche più di alcuni di FI, mentre da lui i leghisti sono stati nutriti con quello che berlusconi riesce a dare: grandi illusioni che il loro federalismo diventasse reale.
    Quello che mi preoccupa è cosa potrebbe seguire a una crisi di una forza come la lega. Non tanto per i politici più in vista, quanto per l’elettorato: certe intolleranze a cui l’attuale classe politica leghista ha dato voce sapientemente da chi saranno rappresentate in futuro, e come?

  7. non e’ che mi dispiaccia piu’ di tanto…

  8. coccoinpezzi scrive:

    felice che la riforma non sia passata, la trovo sotto quasi tutti i punti di vista molto stupida. Per l’Italia ci vorrebbe semplicemente un federalismo fiscale… aldilà del divario della ricchezza tra le regioni, è giusto che le regioni imparino ad amministrarsi meglio. Il veneto, per esempio, ha 300 guardie forestali, la calabria ottomila… ma che c’è in calabria? La foresta amazzonica?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...